Tiroide, Dieta e Perdita di Peso

Numerosi pazienti spesso lamentano un inspiegabile aumento di peso oppure una forte difficoltà a dimagrire a seguito a problemi tiroidei.

Tale evento può essere accompagnato da altri sintomi come forte ritenzione idrica, stanchezza, perdita dei capelli oppure irregolarità del ciclo mestruale.

La tiroide svolge un ruolo importantissimo nella regolazione del metabolismo e in particolare di tutti quei metabolismi che vengono stimolati da stress esterni come il freddo o l'alimentazione.

Grazie ai suoi ormoni T4 e sopratutto T3 le cellule lavorano al massimo dell'efficienza metabolica, consumando ossigeno e dunque bruciando energia. Una tiroide efficiente dunque, permette di adattare il nostro organismo a situazioni di surplus calorico permettendo di bruciare quello che mangiamo. In una tiroide lenta invece accade che gli ormoni sono meno efficienti nel permettere al nostro organismo di bruciaregrasso. Il dimagrimento, in questi, diventa difficile oppure molto lento. Si cerca allora di rivolgersi a soluzioni dietetiche drastiche, ma che hanno una efficacia molto blanda.

Cosa fare dunque?

La prima cosa importante è rivolgersi ad uno specialista endocrinologo che aiuti a trovare la terapia migliore per il problema. Dal punto di vista dietetico invece, è importante intervenire sul metabolismo e su diete specifiche che permettano alle cellule di essere maggiormente efficienti e recettive agli ormoni tiroidei.

La misurazione del metabolismo basale tramite calorimetria permette di capire in che percentuale il metabolismo stia soffrendo il rallentamento tiroideo. In base al suo risultato è possibile capire come intervenire caloricamente. Inoltre è importante associare test che permettano di individuare la composizione lipidica della membrana cellulare in modo da calibrare la qualità della dieta e permettere alla cellula stessa di essere più recettiva agli ormoni.

2,811 Visite totali, 3 visite odierne

2018-06-07T14:17:36+00:00